Il Sistema Domoscenografia in una immagine

Finalmente sono riuscito a creare un’immagine che possa facilmente far arrivare il messaggio sul sistema che, passo-passo, consentirà di espandere il concetto di Home Staging in Italia.

sistema domoscenografia

Il ragionamento parte da una base semplice e banale: chi cerca casa va sul web prima di qualsiasi cosa. È così! La regola è questa e tutto il mercato di intermediazione immobiliare si sta adeguando.

Quindi, il primo filtro tra ogni venditore e potenziale acquirente è l’annuncio immobiliare. Che sia su immobiliare.it, casa.it, idealista.it, subito.it, kijiji.it o sul sito dell’agenzia, chi cerca casa si imbatte per prima cosa su quello, dopo aver filtrato i parametri che lo riguardano: zona, prezzo, tipologia, ecc.

È la punta dell’iceberg, quella che affiora e più facile da capire, per tutti. L’unica cosa visibile e percepibile.

La parte difficile, per la quale sono necessarie tante competenze, è quella di creare un Annuncio Immobiliare Vincente, che si differenzi in un millisecondo dagli altri cento che il “cercatore” sta scrollando col mouse.

Praticamente tutto il mercato dell’intermediazione immobiliare è costruito sull’acquisizione dell’immobile. Per prima cosa si parte dall’oggetto e successivamente si costruisce la strategia di marketing per la vendita.

Questo andava benissimo quando gli immobili sul mercato erano meno delle richieste. In un mercato stagnante, le informazioni diffuse e disponibili sui portali hanno rovesciato il paradigma.

La palla è passata a chi immette i liquidi freschi, cioè l’acquirente.

Per questo, il processo di vendita va ruotato esattamente di 180°.

Si parte dall’analisi del target e si costruisce una strategia di marketing efficace, scrivendo testi per quella categoria di clienti, esponendo delle immagini accattivanti, per le quali si presuppone un allestimento impeccabile.

Certo, la base rimane l’immobile, ma il processo di vendita va riscritto al contrario.

Partendo dalla logica di chi vende, non si potrà mai cogliere l’essenza di questo presupposto. È per questo che occorre invertire la prospettiva e mettersi totalmente nei panni di chi sta cercando casa.

Quale sarà quella che attira la sua attenzione? Che inizia a provocare un cambiamento, una vibrazione positiva? Quale sarà il dettaglio che fa scoccare la scintilla?

La base che sostiene un annuncio immobiliare vincente è l’home staging, che si prende cura delle persone. Per cui è necessario un progetto e un allestimento che attirino con facilità quelle persone per cui quella casa sarà la loro prossima abitazione.

La cura del progetto e dell’allestimento sarà poi fissata in immagini che descrivono gli ambienti e alcune che descrivono il dettaglio della scenografia che si è pensato.

Fotografia che deve essere professionale ed emozionale. In modo che il cliente sentirà di essere già in quella casa. Non si tratta di “rappresentare” quello che vediamo, ma avere un concetto da esprimere e una storia da raccontare. 

Le parole con cui si descriverà l’annuncio dovranno essere coerenti con il progetto, con l’home staging e con le fotografie. La coerenza è fondamentale per alimentare la fiducia in chi propone l’immobile.

Hai presente quando leggi “ampio e luminoso appartamento” e le foto sono scattate al buio, con le finestre chiuse? Questo è solo un esempio di come l’incoerenza del testo può togliere la fiducia nella proposta e far passare alla valutazione del successivo. In un battito di ciglia.

Con questi tre elementi così forti, posizionare l’immobile sarà molto più semplice. Saprai già a quale target riferirlo e risulterà molto più attraente rispetto a quelli simili sul mercato, sui portali e sui social media.

Con questo sistema non si garantisce la vendita ma una cosa è certa. I contatti saranno immediati, in quantità superiore e quindi si creerà l’effetto scarsità che è la base per una trattativa veloce e con pochi margini di sconto. Anzi.

Ogni singolo “pezzo” del sistema può essere considerato uno strumento o una professione, dipende dalla specializzazione. Il sistema Domoscenografia è pensato in modo modulare, in maniera da essere portato sul mercato, in forma singola o associata, da professionisti che condividono la stessa visione di approccio al cliente che acquista.

Un sistema che trova clienti spazzerà via ogni obiezione da parte dei venditori e di chi ragiona con il vecchio schema mentale, aspettando che la crisi finisca.

La realtà è che non si torna indietro, ci si adegua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.