Extra Staging. Ovvero: pensare all’ospite per valorizzare l’immobile.

Le differenze tra mercato immobiliare ed extra-alberghiero

C’è una sostanziale differenza tra un progetto di Home Staging per un immobile da mettere sul mercato immobiliare residenziale rispetto a uno da inserire su quello della micro-ricettività o extra-alberghiero.

L’obiettivo è sempre quello della massima attrattività ma il percorso progettuale per ottenerlo è differente.

Se nel primo caso la prima regola è “neutralizzare” gli ambienti, in modo da soddisfare il maggior numero di potenziali acquirenti che saranno così in grado di proiettare la loro personalizzazione, in un progetto di micro-ricettività è importante valutare il potenziale ospite e quale esperienza vogliamo fargli vivere.

Per questo, è necessario parlare di Extra Staging. Perché oltre alla scenografia, dobbiamo raccontare una storia, suggerire un’esperienza, predisporre ad un’emozione. In pratica, stiamo parlando di scrivere una sceneggiatura.

La storia è questa …

Questo progetto di home staging è a Bologna, non distanti da Piazza Maggiore. Tra le vie lastricate di granito e ciottoli c’è un immobile all’asta.

Il vicino di casa è un giovane benestante, che la compra e decide di metterla a reddito per qualche anno, prima di annetterla alla sua.

Il dubbio è: affitto classico o affitto breve?

A sciogliere il dilemma è chiamata Federica Basalti di Home Staging Bologna, che gli illustra i pro e i contro di entrambe le opzioni. Sottolineando che per l’extra-alberghiero l’impegno economico sarebbe stato certamente maggiore.

Nessun problema: vada per l’extra!

Il progetto

Federica basa il suo progetto su tre capisaldi. L’appartamento deve:

  • avere stile;
  • avere carattere;
  • essere accogliente.

Per soddisfare queste caratteristiche, si gioca molto con i colori, si uniformano le superfici, si procede alla manutenzione necessaria.

Perché la casa dove vai in vacanza la scegli dalla sua immagine, poi la vivi, poi ci torni.

federica basalti

Home Staging di Federica Basalti – Foto di Case Valorizzate

federica basalti

Home Staging di Federica Basalti – Foto di Case Valorizzate

federica basalti

Home Staging di Federica Basalti – Foto di Case Valorizzate

Considerando che la zona è centrale e alla moda, Federica ipotizza che il target ideale non abbia problemi a spendere un po’ di più della media, inserisce nel progetto due camere da letto matrimoniali e un divano letto nella terza stanza, mantenendola come zona giorno. In questo modo si lasciano spazio e comfort agli ospiti.

I colori scelti sono molto personali e audaci. In una casa da vivere tutti i giorni non sarebbe l’ideale ma in una destinata all’affitto breve, avere un tratto distintivo gioca a vantaggio della differenziazione dalla concorrenza e quindi della memorabilità.

Terminato il grosso del lavoro, si va in scena. Federica pensa a tutto quello che potrebbe essere utile ad un ospite, dalle stoviglie alle tovaglie fino ai piccoli complementi d’arredo.

Il servizio fotografico

Per il servizio fotografico, fa arrivare da Viterbo Loredana Catena e Chiara Gnignera di Case Valorizzate (sì quelle che avete conosciuto in quest’altro post).

federica basalti

Home Staging di Federica Basalti – Foto di Case Valorizzate

Camera – Prima

federica basalti

Home Staging di Federica Basalti – Foto di Case Valorizzate

Terrazzo – Prima

federica basalti

Home Staging di Federica Basalti – Foto di Case Valorizzate

Appena due giorni dopo aver pubblicato l’annuncio, il 30 agosto, il calendario di prenotazione registrava un solo giorno libero: il 28 settembre! Un successo clamoroso. La casa ha molte richieste e le recensioni sono favolose. Ovviamente il proprietario è felicissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.